Home

Niccolina al mare

b_150_100_16777215_0___images_stories_disco_niccolina_ico.jpg

Produced by Materiali Sonori

Italy 2001 www.matson.it

Produced by Stefano Cocco Cantini

and Giampiero Bigazzi

project by Patrizia Turini

MUSICISTI

 

I BRANI

1 Brazilian Like                       8'27

 


2 Averti tra le braccia              6'03


3 Love letter                           6'17


4 Brazilian suite                      2'44


5 Manhattan                            2'24


6 Il lago dei cigni                     2'26


7 Home                                  6'59


8 Niccolina al mare                  3'22


9 Estate                                 4'30

 

Stefano Cantini
soprano and tenor sax     
Manhu Roche    
drum   
Nelson Veras 
acoustic guitar 
Paolino Dalla Porta double bass

 

Era uno splendido mattino primaverile e, chiusi i battenti dell'affollatissima conferenza-stampa, ebbi modo di scambiare qualche parola con Miles Davis sulla terrazza di un albergo a Forte dei Marmi. Mentre scrutava cielo e mare, Miles mi disse che gli sarebbe piaciuto trascorrere gli ultimi anni della sua vita sulla costa della Toscana, "The best place in the world", sussurrò. Parlammo di Chet Baker e poi gli raccontai di Dean Benedetti, un loro collega meno celebre, un italo-americano che aveva scelto Torre del Lago per trovare un pò di pace e curarsi dai malanni fisici. Era sul finire degli anni Cinquanta e Dean, poco prima di morire, vendeva le sue composizioni  amille lire l'una."Ho fatto la cosa giusta" osservò Davis "io potrei vendere i miei quadri perchè so che pggi in Toscana il jazz cresce rigoglioso come le viti sulle colline del Chianti e i musicisti non hanno certo bisogno dei miei lavori per far valere le loro capacità". Fu l'ultima volta che lo vidi. Poco dopo Miles Davis se ne andò per sempre sanza poter dare seguito al suo desiderio.


Ha avuto invece un seguito imprevedibile e impressionante  la vicenda della musica afroamericana nella nostra regione: non si contano più i club in cui si suona il jazz dal vivo e le rassegne annuali, per qualità e per quantità, per pluralismo dei linguaggi e diffusione geografica, evidenziano in Italia un primato nazionale cui hanno fornito un contributo decisivo le pietre militari Siena Jazz r Grey Cat Festival.


Infine la materia prima: loro, i musicisti che nel corso del tempo si sono svincolati dai modelli d'importanza, dando in moltissimi casi prova di un talento e una creatività eccezionali.
Questo cd e uno dei suoi protagonisti, il follonichese Stefano Cocco Cantini, rappresentano una testimonianza preziosa del patrimonio di esperienze, idee e valori culturali su cui oggi la Toscana può contare.
La dedica è a Michel Petrucciani: a ricchezza si aggiunge così ricchezza in un incontro in cui la musica e la poesia si fanno "bere avidamente" proprio come quel vino doc che cresce sulle colline del nostro Chianti.

Ultimo aggiornamento (Lunedì 07 Marzo 2011 11:47)

 
xxx porn movies mdaad free xxx movies vids youporn video Hard sex Video